GEORGE WOODCOCK

The New Autonomy Statute of Trentino-Alto Adige (the end of the South Tyrol Question)

N. 161

 

Riassunto — La Regione autonoma italiana del Trentino-Alto Adige fu istituita in ottemperanza dell’accordo italo-austriaco del 1946 riguardante la popolazione di lingua tedesca della zona. All’interno della Regione ciascuna delle due Province godeva di un’autonomia separata benché limitata. La popolazione di lingua tedesca costituiva la maggioranza nella provincia di Bolzano, ma era minoritaria nel complesso della Regione; tale popolazione non era tuttavia soddisfatta della duplice autonomia, che riteneva non compatibile con i termini dell’accordo. Tra Italia e Austria si sviluppò una controversia diplomatica intorno all’attuazione dell’accordo stesso; nel 1960 l’Assemblea delle Nazioni Unite decise che una soluzione doveva essere ricercata attraverso discussioni bilaterali; nel 1969 fu raggiunto un accordo su un pacchetto di misure da attuare in vista della soluzione del problema. Tale soluzione modificò l’autonomia regionale e provinciale in favore delle Province ed accentuò il grado di protezione della minoranza. In tal modo la situazione della popolazione di lingua tedesca registrò un soddisfacente miglioramento. L’attuazione dell’accordo fu completata nel 1992 e il relativo riconoscimento ufficiale da parte dell’Austria pose fine alla controversia del Sud Tirolo.